Suono, design e intelligenza, queste le main features del JBL Link 300.
Se hai reso gli altoparlanti smart ormai parte della tua routine quotidiana usando Google Assistant in a friendly way per dare un occhio al meteo, accendere le luci o riprodurre brani musicali, beh, forse è arrivato il momento di migliorare la qualità del suono.

Il Link 300 non aggiunge ulteriori funzionalità all’intelligenza degli altri diffusori JBL Link, ma quanto al suono si entra davvero in un’altra dimensione, quella dei bassi che fanno vibrare i mobili!
Un suono per ascoltare musica in modo trasversale tra diverse generazioni, apprezzato dai millennials e dai sentimentali, musicalmente parlando, della vecchia guardia.

Provate ad ascoltare Trap o Rap con il Link 300 e noterete subito il timbro definito dai bassi forti e tipicamamente distorti dei due generi. Così come per l’R&B…lanciate sul JBL “Yeah” di Usher per sentire la presenza dominante e robusta dei bassi. Ma spaziando tra i vari generi e generazioni, X, Y o addirittura “front-bench”, fate play su “Smells like Teen Spirit” dei Nirvana per godere del coro di basso pieno e pesante. L’introduzione al basso di “Back in Black” degli AC / DC smuove la stanza con un suono limpido e trascinante.

Gli epic classics degli anni ’70 come “My Sharona” di The Knacks, “Walk This Way” di Aerosmith e “Carry on Wayward Son” del Kansas sono tutti caratterizzati da riff iconici e linee di basso così ampie che con il Link 300 riuscirete ad apprezzare ancor di più. Sui brani acustici come “Summertime” di Miles Davis, le corna e il basso acustico non mancano di calore e niditezza nonostante la potenza di basso del diffusore.

Anche il design è impeccabile, il 300 segue la stessa estetica degli altri membri della linea Link. Ovale, minimale, bianco o nero, di medie dimensioni, plastica rigida sulla parte superiore e inferiore e maglia avvolta ai driver degli altoparlanti. Il design aiuta anche la diffusione del suono consentendo al Link di riempire facilmente una stanza medie-grandi dimensioni.

Le funzioni smart non si discostano da quelle degli altri Link JBL: si installa con l’app di Google Home – di cui dispone delle stesse funzionalità – con l’opzione aggiuntiva di associare l’altoparlante ai dispositivi mobili tramite Bluetooth, il che è utile visto Google Assistant non supporta canali come Amazon Echo su iOS che non sono compatibili con Google Cast.

SCOPRI IL LINK 300!